Grande punto di forza di questa prima edizione di LiB – Libri in Baia saranno gli autori!

Ecco chi potete trovare in Sala Agave sia il 7 che l’8 ottobre.

Aurora Stella

È nata a Roma nel 1970, ha vissuto tutta l’infanzia e la giovinezza in un quartiere periferico di Roma: Il Prenestino Labicano. Diplomata al Liceo scientifico “Tullio Levi Civita”, segue la sua passione per le scienze e si iscrive alla facoltà di Scienze Biologiche. Ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo della lettura e della scrittura creando e distruggendo mondi interi, visitando pianeti e tornando indietro nel tempo o andando avanti nel futuro. Sperava di diventare un divulgatore scientifico come Piero Angela, ma ha dovuto abbandonare gli studi e dedicarsi al mestiere di mamma, tralasciando per un periodo la scrittura, ma non la lettura, e portando avanti la sua passione per la pittura e le arti decorative in generale. Si trasferisce a Gallicano nel Lazio nel 1992 e inizia ad adottare gatti e cani abbandonati. Oggi ha 21 gatti e 2 cani. Il suo primo esordio letterario, Onirica, nasce da racconti notturni creati intorno al fuoco di bivacco, durante la sua lunga esperienza con gli Scout.

Anna Cambi e Giovanni Lucchese

Autori Alter Ego Edizioni, presentano i loro romanzi Rosso fuoco e Questo sangue non è mio.

Mary Giacomini

Attualmente vive a Sestri Levante. È stata titolare per otto anni della “Libreria dello Scrittore” a Lecco. Da sempre scrive racconti per ragazzi. Ha pubblicato con Teka Edizioni il libro Camilla, il Piccolo 3 e i suoi amici, per ragazzi dai 7 ai 12 anni. Il testo, di 136 pagine e corredato da illustrazioni a colori, ha partecipato all’edizione 2015 della Fiera annuale del libro “Legger-Mente” di Lecco. Svolge eventi letterari coinvolgenti nelle scuole con laboratori svolti sui libri presentati. Il tema del suo libro è una grande avventura in cui i numeri/personaggi del racconto coinvolgono una ragazzina di nome Camilla, che odiando l’aritmetica trova noiosi anche i numeri, in un meraviglioso viaggio alle origini del segno numerico: dagli Antichi Egizi alla Scuola di Pitagora.

Yuri Sfratti

È un autore (relativamente) giovane che scrive per passione, per svago e per evasione. Bollato da due infamanti lauree in ambito umanistico costategli sangue, sudore e lacrime, oltre a non pochi anni della sua allora candida esistenza, alla veneranda età di anni ventidue, in una piovosa estate, riceverà l’illuminazione di quello che sarà il suo primo romanzo, La Tigre di Haron, che, oltre il tempo (ben dieci anni!) e i suddetti liquidi corporei, gli porterà via non poca pazienza e altrettanta fiducia. Nonostante ciò, riesce a terminare un secondo romanzo, Lo so che ci sei. Un partire dalla fantasia per arrivare e per parlare del vero.

Rodolfo Baldassarri

La nostra vita comincia con la nascita? È l’unica vita? È possibile ricordare le vite precedenti? Può l’amore cambiare il destino di una persona? Questi sono solo alcuni degli interrogativi a cui Rodolfo Baldassarri tenterà di dare una risposta nel terzo e conclusivo romanzo della trilogia “Il filo rosso del destino”: Come le onde.

Chiara Borghi e Andrea Mauri

Gli autori presenteranno i loro libri che trattano il tema della violenza di genere. In Lucia non cade, di Chiara Borghi, Lucia viene stuprata nella notte da uno sconosciuto e da quel momento tutto cambia. In un dialogo serrato con una se stessa che stenta a riconoscere ma che non può fare a meno di ascoltare, quasi ipnotizzata, ben presto si fa strada nella sua mente un freddo e assurdo piano di vendetta. Solo uccidendo il mostro potrà ritrovare la pace. Denunciare non servirebbe. Non le crederebbero. Usciva da una discoteca. Indossava una gonna. L’aveva di certo provocato lei, quell’uomo. Così direbbero. E lei sarebbe di nuovo sola, sola con il proprio dolore, con il proprio odio. Intensa e drammatica, la voce di Lucia diventa quella di tutte le donne vittime di violenza, in una vicenda che non lascia indifferenti ma che, per la profondità con la quale viene narrata, colpisce dritto al cuore e allo stomaco. In mickeymouse03, di Andrea Mauri, Michele (mickeymouse03) conosce in chat Francesco (itagnolo75). Tra una chiacchierata e l’altra, davanti a un monitor, i due ragazzi si innamorano. Una sera Francesco confessa a Michele di essere un prete. Gli racconta un’esistenza inquieta fatta di fughe e pentimenti e la fatica di amare perché ai preti è vietato. Col crescere dell’intimità, Francesco riversa su Michele il fallimento di una vita nascosta nella religione per oscurare la sua omosessualità. Michele lo spinge ad abbandonare il clero, vuole una storia d’amore alla luce del sole. È stanco di nascondersi. Lo ha fatto per i lunghi e difficili anni vissuti in famiglia, alle prese con Sergio, il fratello omofobo, e con una madre che ha deciso di non conoscerlo veramente a fondo. Michele lotta così tra l’istinto di escludere il fratello dalla sua vita e il desiderio di renderlo partecipe dei suoi sentimenti. Questo rapporto ambiguo con Sergio si insinua nella relazione instabile tra Michele e Francesco e ne sconvolge gli equilibri, trascinando gli eventi a una svolta drammatica che segnerà il destino dei protagonisti del romanzo.

 

 

Gli Espositori di LiB (Parte IV)
CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrEmail this to someonePrint this page
Tag:     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi